circuiti di vendita e tecnologia

Circuiti di vendita e tecnologia

VAN GOGH MULTIMEDIA EXPERIENCE DAL COMPLESSO DI GUGLIELMO II DI MONREALE A PALAZZO GIUSTINIAN FACCANON DI VENEZIA

Dopo l’inaugurazione avvenuta a Taormina in occasione del G7 dello scorso anno, Van Gogh Multimedia Experience ha riscosso un nuovo successo di pubblico a Monreale dove, nel Complesso di Guglielmo II si è allineata ai grandi eventi previsti per Palermo Capitale Italiana della cultura 2018: domenica 13 maggio la mostra chiuderà per approdare a Venezia nel piano nobile del prestigioso Palazzo Giustinian Faccanon.

La mostra è una produzione Navigare Srl di Milano ed è curata dalla studiosa Giovanna Strano, autrice del romanzo “Vincent in Love – il lavoro dell’anima”, pubblicato da Cairo Editore e direttore artistico della mostra. Giovanna Strano consegna al pubblico un Van Gogh estremamente introspettivo, profondo e fermo nel seguire i propri ideali, offrendo al lettore un’immagine umana e profonda del grandissimo artista. Il lavoro di esposizione è stato condotto scandagliando nel profondo la personalità di Vincent Van Gogh ( 30 marzo 1853-29 luglio 1890)

La mostra multimediale prende in esame, attraverso proiezioni in diversi grandi monitor, la vita e le opere del grande artista, con la visione in video di molti dipinti e disegni realizzati nel corso della sua esistenza, completata con informazioni in italiano ed inglese, dei periodi artistici vissuti da Van Gogh negli ultimi dieci anni della sua vita. L’esposizione Van Gogh Multimedia Experience si presenta agli occhi dei visitatori con migliaia di immagini del maestro olandese, proiettate su schermi giganti. Foto che si alternano in un carosello infinito di colori e luci, che immergono il visitatore nel mondo di questo grande maestro che ha lasciato un segno indelebile nella storia dell’arte moderna. I visitatori hanno la possibilità di immergersi nei dipinti di Van Gogh, traendone particolari che difficilmente potrebbero captare dall’opera originale. È proprio grazie all’intreccio tra arte e tecnologia che oggi si possono realizzare mostre che hanno anche il grande vantaggio di sollecitare la curiosità dei più giovani, creando dei veri e propri spazi didattici, come la ricostruzione fedele della camera da letto di Van Gogh, nel cui dipinto l’artista olandese ha voluto esprimere la tranquillità quotidiana e far risaltare la semplicità per mezzo di un simbolismo cromatico. Van Gogh è un artista che non ha mai cessato di affascinare critici, artisti, appassionati. Le sue opere in permanenza nel Museo Van Gogh di Amsterdam, hanno lasciato il Museo in poche occasioni, per mostre antologiche o dedicate a un periodo della sua vita. Tra queste mostre le più importanti sono state sicuramente Van Gogh in Arles, realizzata a New York presso il Metropolitan Museum e Van Gogh nel 1990, a cento anni dalla morte, organizzata sotto l’alto patrocinio della Regina d’ Olanda. Altrettanto sensibili e profonde le mostre vicentine del critico Marco Goldin, vere uniche imperdibili occasioni per vedere le opere originali, visitate da più di 200.000 visitatori, ammaliati dal grande artista.

La tecnologia

Tutte le immagini sono diffuse da un impianto audio di ultimissima generazione, e riprodotte con definizione maggiore del Full HD dai proiettori laser del sistema Matrix X Dimension. L’esperienza sarà emozionante: una volta inforcati gli occhiali Oculus Samsung Gear per tutto il percorso della durata di un’ora, si condividerà il punto di vista di Van Gogh, meglio ancora, si entrerà all’interno dei suoi quadri,accompagnati dalle sue parole,estrapolate dalle sue lettere, l maggior parte scritte al fratello amatissimo Théo. In mostra è esposta la ricostruzione della famosissima camera da letto di Van Gogh, più volte dipinta,nel felice periodo di Arles; dal 20 febbraio 1888 all’8 maggio 1889 il pittore visse in questa solare cittadina del Midi, nel sud della Francia, circa 15 mesi, 63 settimane,444 giorni. Durante il suo soggiorno produsse circa 200 quadri, circa 100 disegni e acquarelli, 200 lettere.

E’ possibile già prenotare i biglietti d’ingresso da domani 11 maggio 2018 col circuito TICKETONE!

Occorreranno ancora più di 20 giorni per l’importante allestimento della mostra di Venezia, ma nel frattempo da domani 11 maggio sarà già possibile prenotare i biglietti presso il circuito TICKETONE ed evitare così le lunghe code previste per questa mostra evento.

Informazioni:
Produzione :Navigare Srl – Milano (Italy) t. 345-2750787 – info@navigaresrl.com
vangoghmultimediaproduzione@gmail.com
www.vangoghmultimediaexperience.it

Apertura/Chiusura:
2 giugno – 30 settembre 2018

Indirizzo:
Palazzo Giustinian Faccanon San Marco 5016- Calle delle Acque (fermata Rialto)
Segreteria: Tel. + 39 371 1704794 | +39 345 2750787

Orario Mostra:
Giorni feriali da lunedì a giovedì e domenica
dalle 10.00 alle 21.00 / venerdì e sabato dalle 10.00 alle 22.00
Orario continuato:
ultimo ingresso mezz’ora prima della chiusura

Per l’acquisto dei biglietti:
Biglietteria Mostra – Palazzo Giustinian Ca’ Faccanon:
Tel. + 39 371 1704794 | +39 345 2750787
Venezia Unica ticket points call center + 39 0412424
Prezzi: Intero €. 15,00 – ridotto €. 12,00 (invalidi, over 65, studenti, insegnanti e residenti a Venezia ,previa presentazione carta di riconoscimento alla cassa). Bambini fino ai 8 anni ingresso gratuito.
Gruppi Scuole €. 10,00 (minimo 10 persone)
Info gruppi – Per la richiesta di informazioni o per la prenotazione di gruppi organizzati e scuole è
possibile contattare vangoghmultimediascuole@gmail.com
T. 328 0593427345 2750787
Contatto per Ufficio Stampa: MAURO GENOVESE + 39 334 9715726

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: